logo APE
acea numero verde

RICHIESTA PREVENTIVO DI MODIFICA allacciamento esistente



La modifica di un allacciamento esistente alla rete distributiva gas metano relativamente ad un'utenza gas metano attiva può generalmente derivare da una delle seguenti esigenze:

  • richiesta di spostamento contatore
  • richiesta di sdoppiamento impianto

In entrambi i casi occorre presentare una richiesta di preventivo, necessaria per l'effettuazione di un sopralluogo da parte di un tecnico incaricato della Società di Distribuzione di competenza e la valutazione di fattibilità della richiesta nonchè degli eventuali costi connessi all'intervento e delle opere necessarie.

A tal fine, la richiesta di preventivo per la modifica di un allacciamento gas metano esistente deve essere presentata, da parte dell'intestatario del contratto riferito all'utenza interessata dalla richiesta o da persona da egli formalmente delegata, al Servizio Clienti di Acea Pinerolese Energia secondo le seguenti modalità:

  • rivolgendosi agli Sportelli, negli orari di servizio al pubbico
  • contattando il Call Center, telefonando al Numero Verde e negli orari di servizio con operatore
  • inviando una richiesta scritta al Servizio Clienti (via posta, fax o email)

In qualsiasi modo venga inoltrata la richiesta di modifica di un allacciamento gas metano esistente relativo ad una fornitura attiva:

  • In caso di richiesta di spostamento contatore, il cliente deve comunicare gli estremi identificativi dell'utenza interessata, in particolare il Codice Cliente identificativo dell'utenza. In seguito alla richiesta, il cliente verrà contattato telefonicamente da un preventivista per fissare un appuntamento al fine di effettuare il sopralluogo, in occasione del quale verrà valutata la fattibilità della richiesta e l'eventuale costo per l'intervento. Una volta eseguito l'intervento di spostamento del contatore, ai fini della riattivazione della fornitura, il Cliente è tenuto a presentare l'Allegato E (file .pdf).

top

  • In caso di richiesta di sdoppiamento impianto, la procedura risulta analoga alla richiesta di preventivo per un nuovo allacciamento, con le seguenti varianti:
    • Il Cliente deve comunicare gli estremi identificativi dell'utenza interessata, in particolare il Codice Cliente identificativo dell'utenza;
    • In seguito alla richiesta, il Cliente verrà contattato telefonicamente da un preventivista per concordare l'effettuazione del sopralluogo;
    • Se in occasione del sopralluogo viene accertata la fattibilità della richiesta del Cliente, verrà elaborato il preventivo di costi relativi all'esecuzione dei lavori necessari per lo sdoppiamento dell'impianto;
    • Successivamente all'esecuzione dei lavori:
      • Per quanto riguarda il nuovo impianto derivante dallo sdoppiamento, il Cliente dovrà stipulare un nuovo contratto di fornitura, consegnando, in aggiunta alla documentazione necessaria, anche la documentazione tecnica completa da sottoporre ad accertamento documentale ai sensi delle Delibere AEEG N° 40/04 e N° 40/14 (documenti PDF: Allegato H, Allegato I, Allegati Tecnici obbligatori e Visura Camerale aggiornata dell'Installatore);
      • Per quanto riguarda l'impianto relativo alla fornitura già precedentemente attiva, qualora l'intervento di sdoppiamento abbia determinato una modifica dell'impianto stesso, il Cliente è tenuto a fornire il modulo Allegato I (file .pdf), che deve riportare la voce "Trasformazione dell'Impianto" ed essere accompagnata da copia aggiornata della Visura Camerale dell'Installatore che ha eseguito i lavori;
    • Le modalità per la stipula del nuovo contratto di fornitura sono le medesime riportate nella Sezione Riattivazione o Voltura; i tempi per la posa del nuovo contatore sono cinque giorni lavorativi.

top

Eventuali casi di:

  • modifica da impianto a gasolio (o altro combustibile) a impianto a gas metano sono da considerarsi "nuovi impianti" (allacciamento gas metano non pre-esistente), per cui risulta necessario effettuare una richiesta di preventivo per nuovo allacciamento e presentare la documentazione tecnica completa da sottoporre ad accertamento documentale ai sensi delle Delibere AEEG N° 40/04 e N° 40/14 ai fini della stipula del contratto di fornitura e della posa del contatore;

  • trasformazione di impianto (allacciamento gas metano pre-esistente), quali ad esempio:
    • ampliamento dell'impianto, per modifica dell'impianto gas metano da uso cucina e/o acqua calda ad uso riscaldamento / promiscuo in quanto l'impianto di riscaldamento viene trasformato da altro combustibile a gas metano;
    • modifica di impianto interno (ad esempio, variazione di portata termica);

    in caso di fornitura attiva prevedono la consegna da parte del Cliente dell'Allegato I (file .pdf), che deve riportare la voce "Trasformazione dell'Impianto", unitamente a copia aggiornata della Visura Camerale dell'Installatore, evidenziando al Servizio Clienti di Acea Pinerolese Energia l'eventuale variazione di tipologia d'uso (ad esempio, da uso cucina/acqua calda a uso riscaldamento/promiscuo)

top

In caso di richiesta di modifica di allacciamento esistente relativamente a forniture cessate di cui viene successivamente richiesta la riattivazione, dal 01/07/2014, l'attivazione della fornitura è subordinata all'esito positivo della procedura di accertamento documentale ai sensi della Delibera AEEG 40/14.

In particolare, una volta eseguiti i lavori di modifica dell'allacciamento alla rete distributiva, per procedere all'attivazione della fornitura gas occorre seguire le istruzioni riportate sull'Allegato F che viene inviato via posta unitamente al preventivo; in particolare:

  • i lavori di realizzazione dell'impianto di utilizzo del gas dell'utente (impianto interno) dovranno essere affidati a una Ditta regolarmente iscritta alla Camera di Commercio e, nel caso si tratti di un'abitazione, abilitata ai sensi del D.M. n. 37/2008, attestati sul certificato o sulla visura rilasciati dalla Camera di Commercio;
  • in seguito all'installazione dell'impianto interno è necessario richiedere da parte dell'utente l'attivazione della fornitura alla Società di Vendita Gas con la quale intende stipulare il contratto per la fornitura stessa;
  • la richiesta di attivazione della fornitura e l'emissione del contratto saranno possibili solo a fronte della consegna di tutta la documentazione necessaria ai fini della pratica di accertamento documentale ai sensi della Delibera dell'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas N° 40/14;
  • l'attivazione della fornitura e l'attivazione/l'installo del contatore verranno eseguiti unicamente a fronte dell'esito positivo di tale accertamento documentale.

Per maggiori dettagli in merito alla pratica di accertamento e conseguente attivazione della fornitura si rimanda alle istruzioni contenute nell'Allegato F (file .pdf).

top